Future needs stories.

Audi City Lab – Corso Venezia 11, Milano

Audi City Lab torna a Milano

 

In occasione della Design Week, dal 4 al 9 aprile Audi City Lab è tornata a Milano con Future needs stories.

Nella prestigiosa location di Corso Venezia, 11, la Casa dei quattro anelli si è confrontata sul palco dell’Audi City Lab con le menti più brillanti del nostro tempo, approfondendo e discutendo in merito alle ultime innovazioni sulla mobilità di domani e sul rapporto tra l’uomo e l’Intelligenza Artificiale.

Lo ha fatto attraverso storie che parlano di tecnologia, arti visive e comunicazione, e che non si limitano a raccontare il passato, ma puntano invece a trasmettere un’idea su ciò che ci aspetta in futuro.

 

 

Co-producer e Media Partner:

 

 

Media Partner:

 

 

In collaborazione con:

5noCena 5siCena 6noCena 6siCena 464 465 466 467
Eventi

Orari di apertura:

4 aprile - dalle ore 10:00 alle ore 20:00
5 aprile - dalle ore 10:00 alle ore 17:00
6 aprile - dalle ore 10:00 alle ore 17:00
7 aprile - dalle ore 10:00 alle ore 20:00
8 aprile - dalle ore 10:00 alle ore 20:00
9 aprile - dalle ore 10:00 alle ore 20:00

I momenti più esclusivi dell'evento #FutureNeedsStories

#AudiCityLab ha presentato l’installazione "Sonic Pendulum" in collaborazione con il designer e sound artist Yuri Suzuki

Le strade della capitale del design portano all’intelligenza artificiale: Milano si apre agli Audi City Lab.


Nel cuore di Milano c’è un luogo dal grande valore artistico e storico, sede da sempre di incontri culturali e teologici: l’edificio voluto nel 1565 da San Carlo Borromeo, in Corso Venezia 11.
Qui la Casa di Ingolstad ha scelto di far vivere gli Audi City Lab, le installazioni di arte e design e le innumerevoli attività made in Audi, pronta a parlare di futuro circondati dalla Storia.

L’ingresso barocco è stato completamente inondato di rosso dai giochi di luce di Ingo Maurer ed Axel Schmidt. Contrasti di tono si sono rincorsi sulle statue del portale mentre un cerchio di luce bianca calava dall’alto verso l’ingresso, simbolica soglia oltre la quale il modo di osservare il mondo sarebbe inevitabilmente cambiato. La musica prodotta da Sonic Pendulum, installazione sonora di Yuri Suzuki, dominava il centro del chiostro. Trenta pendoli imponenti mossi da un algoritmo che elabora ogni suono proveniente dall’esterno creando una melodia in costante mutamento, simbolo di caos messo a sistema: l’intelligenza artificiale intervenga a rendere musica le sonorità quotidiane. 

A far accomodare gli ospiti degli Audi City Lab ci hanno pensato i designer Ross Lovegrove, Ilaria Colombo e Arturo Tedeschi reinterpretando le sedute Moroso ed ispirandosi alla sinuosità aerodinamica delle vetture Audi, con fibre ottiche inserite nel materiale Alcantara.
Tra le doppie colonne del porticato si trovava la postazione Audi per la virtual reality experience, capace di immergere il visitatore nell’atmosfera futuristica del mondo Audi.

Audi è stata protagonista in tutto il quadrilatero della moda: all’ingresso di via Sant’Andrea, nel pendolo bidimensionale nell’Università Statale, nelle installazioni di design di via Montenapoleone, nella teca di vetro dove hanno fatto mostra di sé le tecnologie di assistenza alla guida, nelle auto della gamma A5 che sono state disseminate in punti strategici della città. Tutte dimostrazioni della futura anima intelligente di Audi, pronta ad affrontare il futuro, sempre.

Come sarà il futuro? Hi-tech, integrato, aumentato, adattivo, intelligente.


Durante la Milan Design Week 2017, Audi ha creato un panel qualificato di confronto per aprire uno tra i più avvincenti temi di dibattito: l’intelligenza artificiale sostituirà l’uomo? 

O è forse più corretto spostare il dibattito sull’Augmented Intelligence… 

O meglio ancora sull’Augmented Humanity?

Un’Intelligenza Artificiale pensata dall’uomo per l’uomo, per sollevarlo da incombenze meccaniche, ripetitive e alienanti. Un’intelligenza per potenziare la sua vista, il suo livello di prevenzione del pericolo, la sua capacità di orientarsi e di essere preciso, efficiente, organizzato.

Comunque vogliate definirlo per noi di Audi l’avanguardia della tecnica continuerà sempre ad avere un volto umano. Le storie degli uomini e delle donne che stanno riscrivendo il presente e inventando il futuro sono il centro della nostra narrazione. Perché il futuro ha bisogno di storie.

In Audi City Lab diamo da sempre voce alla idee che stanno cambiando la storia del mondo. Seguiteci e potrete leggerci la forma che prende il futuro.

Due serate brillantemente compiute. Due prospettive affrontate:
Dove siamo arrivati
Dove stiamo andando

L’avanguardia ha bisogno di spazio.

Il futuro è fatto di idee libere e di persone capaci di interpretarle.
Per riuscirci serve individuare il momento migliore per svilupparle.
Servono intelligenze in grado di trasformarle in realtà.
Serve il pubblico giusto con cui condividerle.
Serve il momento adatto a svelarle ed il luogo perfetto per presentarle.

Audi City Lab 2017 ha scelto lo splendido scenario di Corso Venezia 11 a Milano, da sempre teatro di scambio culturale e dialogo fra diversi ordini di pensiero, per celebrare la grandezza delle idee e delle innovazioni, inserendosi nel sempre più vivo dibattito sull’uomo e l’Intelligenza Artificiale.

Le installazioni artistiche di Yuri Suzuki e Alcantara in collaborazione con i designer Ross Lovegrove, Ilaria Colombo e Arturo Tedeschi hanno mostrato al pubblico come l’Intelligenza Artificiale sia capace di intervenire nella quotidianità quasi in punta di piedi, rendendo la realtà un’esperienza speciale ed ancora più unica.

Dopo aver dato luce alla Torre Velasca durante l'edizione 2016 di Audi City Lab, Ingo Maurer e Axel Schmid hanno illuminato di un rosso sfavillante il portale barocco d’ingresso all’edificio di Corso Venezia 11, un tempo luogo di studio e simbolo della cultura, e nei giorni passati soglia di accesso al laboratorio di Audi sul tema dell'intelligenza artificiale.

relatori Audi City Lab 2017
Fabrizio Longo Direttore Audi Italia
relatori Audi City Lab 2017
Monica Maggioni Journalist
relatori Audi City Lab 2017
Timothy O'Connell H-Farm - Partner & Accelerator Director
relatori Audi City Lab 2017
Carlo Ratti Architect & Director of MIT Senseable City Lab
relatori Audi City Lab 2017
Philippe Daverio Storico dell'arte
relatori Audi City Lab 2017
Jakob Lange Partner BIG (Bjarke Ingels Group)
relatori Audi City Lab 2017
Andrea Lissoni Senior Curator International Art (Film) Tate Modern London
relatori Audi City Lab 2017
Beppe Severgnini Direttore di “7-SETTE / Corriere della Sera
relatori Audi City Lab 2017
Italo Rota Architect
relatori Audi City Lab 2017
Wally Pfister Director of "e;Trascendence"e; & Oscar™ Winning cinematographer
relatori Audi City Lab 2017
Martin Micko Co-Founder of SearchInk
relatori Audi City Lab 2017
James Fallon Professor Emeritus of Neuroscience

Le infinite possibilità di un Sistema Intelligente.

“La capacità di affrontare e risolvere con successo situazioni e problemi nuovi o sconosciuti”: la definizione di intelligenza racchiude l’intero ambizioso obbiettivo che l’uomo si pone nel creare sistemi in grado di pensare, imparare ed agire autonomamente.

Tecnologie pronte ad affiancare le azioni umane senza sopraffarle, a fare tesoro di esperienze passate per elaborare soluzioni future più avanzate, ad aumentare le prestazioni del nostro cervello fino a livelli impensabili.

A tradurre tutto questo in sistemi di guida assistita così perfetti da divenire preziosi compagni di viaggio.

Si è parlato anche di questo agli Audi City Lab 2017; della capacità di un’auto di trasformarsi nel potenziamento dei nostri sensi e delle nostre azioni, comandate da un unico cervello: il vostro.

Audi S5 Coupé - Consumo di carburante nel ciclo combinato: 7,4–7,3 l/100km; Emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 170–166 g/km. Classe di efficienza: C

Utilizzando questo sito web, acconsenti all'utilizzo di cookie cosa sono
OK